“zeroCO2 nasce come una piccola realtà, ma con molte potenzialità, frutto di tanti discorsi, progetti, sogni, insomma, tutto quello che si può immaginare quando si progetta qualcosa di innovativo. All’inizio con più desiderio ed entusiasmo che cose concrete, ma con la convinzione di contribuire non solo all’ambiente del nostro pianeta, ma anche con la gente del Guatemala rurale e di altri paesi che soffrono di emarginazione non solo economica, ma anche sociale, razziale e molte altre forme di esclusione, ma infine come dice una frase guatemalteca «echar una mano a nuestros hermanos».

In seguito, nel silenzio, abbiamo iniziato una pianificazione molto discreta di come sarebbero stati i vivai, di come avremmo consegnato gli alberi alle comunità locali, non sappiamo quante volte abbiamo dovuto discutere gli stessi argomenti!
Abbiamo iniziato il progetto con obiettivi per le nostre realtà accettabili, poi questi obiettivi sono cresciuti enormemente, e più persone si sono aggiunte al nostro team.
Per non dilungare la storia, poi è arrivata la pandemia. Però, anche con tutte le battute d’arresto che abbiamo affrontato sia in Italia che in Guatemala, il lavoro è stato fatto con lo stesso entusiasmo, se non maggiore.”

Questa riflessione di Virgilio Galicia, co-founder e responsabile operativo di zeroCO2, ci fa tornare indietro nel tempo, a quando zeroCO2 era ancora una piccola realtà ed il traguardo di piantare circa 180.000 piante, tra alberi da frutto e forestali, contribuendo così ad una sicurezza alimentare, economica ed ambientale nella regione del Petén in Guatemala, ci sembrava irraggiungibile.
Siamo riusciti a raggiungere un obiettivo per noi molto importante, e lo abbiamo fatto portando avanti il nostro progetto in maniera responsabile, sostenibile e trasparente.

Ora è il momento di lanciare un nuovo progetto di riforestazione ad alto impatto sociale, in un diverso paese, ma pur sempre rimanendo in America Latina… In Perù!
Il Perù è incredibile, la patria del meraviglioso popolo Inca! Ha tantissimi ecosistemi diversi ed eccezionali, tra questi c’è anche la Foresta Amazzonica, dove anche noi, con un bellissimo progetto, ci apprestiamo a dare un contributo.

Nella fattispecie la nostra missione si prefigge di ripristinare i paesaggi dell’Amazzonia Peruviana rafforzando le comunità amazzoniche, collaborando direttamente con i contadini e con le comunità indigene per rigenerare le foreste e migliorare congiuntamente le loro risorse e i loro mezzi di sussistenza. Sin dall’inizio ci siamo posti degli obiettivi, non tanto sulla quantità degli alberi ma soprattutto su come portare avanti il nostro progetto:

  • Proteggendo, rigenerando e comprendendo la biodiversità dell’Amazzonia peruviana;
  • Sostenendo i diritti, l’autonomia e la saggezza dei popoli indigeni;
  • Diffondendo i mezzi di sussistenza sostenibili e catalizzando lo sviluppo rigenerativo.

Il nostro progetto si concentrerà nelle zone “cuscinetto” delle riserve nazionali e comunali dell’Amazzonia peruviana. Queste sono le zone di confine dove l’agricoltura può avere un effetto disastroso, ma, se portata avanti attraverso agricoltura biologica e gestione sostenibile del terreno, rigenerante sulla foresta.

Dove?

Abbiamo iniziato a piantare gli alberi nella zona della Riserva Nazionale di Tambopata, essa è infatti una delle aree protette più importanti e vulnerabili della regione di Madre de Dios, molto vicina all’Autostrada Interoceanica recentemente completata e al capoluogo regionale di Puerto Maldonado. La riserva ospita anche diverse comunità indigene. Non lo faremo solo in zona del Perù, ma anche a Loreto, dove è presente un’area protetta di recente creazione, situata tra la capitale regionale Iquitos e i confini tra la Colombia e il Brasile. Questa zona cuscinetto, Ampiyacu Apayacu, ospita diverse comunità native che rappresentano diversi gruppi etnici.

Palo Rosa
Palo Rosa
Shimbillo
Shimbillo
Quillobordon
Quillobordon

Le tipologie di alberi

Pianteremo, come nostro solito, diverse specie di alberi, che rientrano nei 3 macro-gruppi di nostra selezione: forestali, da frutto ed in via di estinzione.
In questo modo gli utenti che vorranno piantare un albero in Perù in collaborazione con zeroCO2, potranno scegliere la specifica specie che intendono piantumare all’interno di uno di questi tre gruppi.
La grande novità sarà che insieme ai nostri partner raccogliamo sementi storiche in via d’estinzione. Dopodiché le seminiamo nei vivai dove germoglieranno e cresceranno fino ad essere trapiantate. In questo modo recuperiamo, conserviamo e valorizziamo la biodiversità nella foresta più grande del mondo!

Vorremmo terminare questo articolo del nostro blog iniziato con una citazione, con un’altra citazione. Questa volta ci permettiamo di “prendere in prestito” una parte del testo di una canzone di Francesco De Gregori, La Storia:

La storia siamo noi,
nessuno si senta offeso,
siamo noi questo prato di aghi sotto il cielo.
La storia siamo noi, attenzione, nessuno si senta escluso.
La storia siamo noi, siamo noi queste onde nel mare,
questo rumore che rompe il silenzio,
questo silenzio così duro da masticare. […]

Tutti insieme potremo raccontare la nostra storia bellissima, e chissà cosa dirà Virgilio quando porteremo nuovamente il nostro progetto di riforestazione, ad alto impatto sociale, in un diverso paese del nostro splendido pianeta, speriamo ne sarà felice!

Fai la tua mossa!

Pianta subito il tuo primo albero in amazzonia! Potrai seguirne la crescita per i successivi 3 anni!

Amazzonia in estinzione

25

525 KgCO2
2 specie

zeroCO2. Un mondo
intero di storie.

Non parliamo solo di alberi, ma di comunità, innovazione e storia. Ascolta ciò che abbiamo da dire.

ZEROSTORIE Podcast: "il giorno della polpetta"

Il giorno della polpetta è quando dal frigo si cavano gli avanzi, per tritarli, impastarli e farne palline da friggere. La polpetta Riusa, Ricicla e Riduce gli scarti per dare alla materia una nuova vita appetitosa.

Dallo smaltimento dei rifiuti alla gestione di una risorsa

La questione dei rifiuti è globale, proprio come lo sono i cambiamenti climatici. In entrambi i casi il costante aumento della popolazione rappresenta una causa determinante nella crescita esponenziale della produzione dei rifiuti che continuerà…

ZERO-Friday MANIFESTO

Durante il prossimo Black Friday ti chiediamo solo una cosa: acquista consapevolmente. Che vuol dire? 
E’ sufficiente farsi qualche domanda e rispondere con coscienza. 

Amazzonia peruviana, nuove radici per zeroCO2

Il Perù è incredibile, la patria del meraviglioso popolo Inca! Ha tantissimi ecosistemi diversi ed eccezionali, tra questi c’è anche la Foresta Amazzonica, dove anche noi, con un bellissimo progetto, ci apprestiamo a dare un contributo…

Clima e Nazioni: l'accordo di Parigi

Il nostro pianeta sta risentendo sempre di più gli effetti del cambiamento climatico. In un mondo in cui gli effetti di questo cambiamento permeano tutti gli aspetti della nostra vita, gran parte dei governi e delle nazioni…

Lunghezze d'onda - l'evento carbon negative

Lunghezze d’onda è stato un evento digitale organizzato da Flowe, che si è tenuto lo scorso 18 ottobre 2020 su YouTube. Con protagonisti Fedez, Canesecco, Cicciogamer89, Marracash e Madame si è rivelato un successo di pubblico.

Il processo: come lavoriamo in Guatemala

zeroCO2 è un progetto nato in Guatemala nel 2018 dall’incontro tra Virgilio, un giovane Guatemalteco e Andrea, il fondatore di zeroCO2. Grazie a questo incontro, zeroCO2 ha sviluppato un modello di gestione dei propri progetti “dal seme al contadino”

Educazione incisiva e di qualità: una visione Globale

L’agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile ha collocato l’educazione al centro dei dibattiti sul futuro dell’umanità, fondandosi sulla ferma convinzione che l’educazione sia uno dei motori più potenti e collaudati per garantire …

Obiettivi di sviluppo sostenibile -SDGs- e zeroCO2

Secondo diversi studi, la gestione sostenibile della terra e l’adozione di pratiche agricole di conservazione possono sostenere la biodiversità e il ciclo dei nutrienti, fornire acqua di buona qualità e contribuire all’adattamento…

Cos’è l'anitride carbonica equivalente ?

Il cambiamento climatico provocato dall’uomo, è causato dal rilascio di alcuni tipi di gas nell’atmosfera. Questi gas, detti gas serra, sono molti e diversi tra loro. Il principale è l’anidride carbonica (CO2)…

Riforestazione ad alto impatto sociale

La crisi climatica che stiamo vivendo è un fenomeno complesso, è causa e conseguenza di molti fattori spesso fortemente legati tra loro e altre volte meno. L’uomo con le sue azioni è una delle principali cause di questa crisi.

Gli avocado di zeroco2: Una scelta sostenibile a 360°

L’ avocado piace agli occidentali ormai da parecchi anni. Piace così tanto che ha conquistato le tavole di tutti i ristoranti più alla moda in Europa e Stati Uniti e ora esercita il suo fascino anche sui mercati orientali, più di tutti su quello cinese.

A Trieste arrivano i primi alberi italiani di zeroCO2

zeroCO2 apre il 2020 con tantissime novità sia per i suoi clienti business, che per quelli consumer. Infatti, sul nostro shop saranno disponibili per l’acquisto a brevissimo e per la prima volta per i clienti privati degli alberi piantati in Italia.

L'isola di Pasqua con gli amici estinti

L’Isola di Pasqua ha la forma di un triangolo con tre vulcani spenti messi ai vertici, si estende per 163 chilometri quadrati quindi è un pelo più piccola di Milano. Sta in mezzo all’oceano Pacifico, a migliaia di chilometri da qualsiasi luogo abitato.

Incendi in tempo di emergenza climatica

L’ avocado piace agli occidentali ormai da parecchi anni. Piace così tanto che ha conquistato le tavole di tutti i ristoranti più alla moda in Europa e Stati Uniti e ora esercita il suo fascino anche sui mercati orientali, più di tutti su quello cinese.

La Foresta Amazzonica e Mangiafuoco

Le politiche di Bolsonaro danneggiano l’America del Sud e il Mondo
Una reazione istintiva, come rispondere?

Gli alberi, una soluzione alla crisi climatica

Non è un segreto, lo diciamo sempre, il modo meno tecnologico, meno costoso e più efficiente per ridurre l’effetto serra e arrestare la crescita del calore mondiale entro la soglia dei 2°C, è piantare alberi.

zeroCO2 per l'emergenza COVID19 

Il nostro contributo per una battaglia che interessa tutti.

fai la tua mossa.

fai la tua mossa.

Sia per migliorare l’ambiente o generare impatto sociale, con zeroCO2 non puoi sbagliare: siamo un progetto sostenibile in tutti i sensi possibili.